logoexediocesicl-1637012604
vescovo-russotto

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
senzatitolo-1
logoexediocesicl

Copyright © 2021 Diocesi di Caltanissetta, Viale Regina Margherita 29, 93100 Caltanissetta. Tel.: 0934 21446​


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
SOLENNE CELEBRAZIONE DI CONCLUSIONE E PROCESSIONE EUCARISTICAIL VESCOVO INCONTRA ... 20 aprile 2024LOGOS Il Vangelo del 21 aprile 2024IL VESCOVO INCONTRA ... 19 aprile 2024IL VESCOVO INCONTRA ... 18 aprile 2024IL VESCOVO INCONTRA ... 16 aprile 2024

CF. 92004790850

NEWS

SelfieWeb.it by Art's Comunicazione

LOGOS Il Vangelo del 31 marzo 2024

28-03-2024 19:00

Diocesi di Caltanissetta

Logos - Vangelo della Domenica, Logos 2024,

Dal Vangelo secondo Gv 20,1-9

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 20,1-9

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all'altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario - che era stato sul suo capo - non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.
 

Etty Hillesum, ebrea olandese uccisa dai nazisti nelle camere a gas di Auschwitz, nei suoi diari ha scritto: «C’è dentro di me un pozzo molto profondo. E in questo pozzo c’è Dio. A volte, riesco a raggiungerlo. Ma, più spesso, pietre e calcinacci ostruiscono il pozzo e Dio si trova sepolto. Allora, bisogna riportarlo alla luce». Buona Pasqua

 

+Mario Russotto

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder